giovedì 16 settembre 2021

Vegetiamo.it

Finalmente da ieri sono riuscito a ri-accapparrarmi il dominio www.vegetiamo.it!

Inizialmente realizzato su piattaforme di spazio web gratuito, in versione animata  con Macromedia Flash4, il sito nasce a fine anni '90 con l'intenzione di diventare un portale e un punto di riferimento enciclopedico del mondo vegetale, raccogliendo schede botaniche e  tecniche, con consigli di coltivazione, in appartamento e giardino, per il maggior numero di piante possibile. 
Invece gli unici contenuti consultabili e realizzati sono stati i lavori generici da fare mensilmente, e un'altra pagina su  come combattere i parassiti con rimedi naturali, inoltre la possibilità di un sottofondo musicale grazie al link per aprire Windows mediaplayer sintonizzato sulla radio in cui lavoravo all'epoca.
Pensando che la versione animata del sito fosse più complicata da aggiornare di volta in volta, nel 2000 decido di trasformarlo in versione .html  e nel 2002 acquisto il dominio con il suo hosting, iniziando ufficialmente la vita di Vegetiamo.it. Mantenendo la grafica originale di ogni elemento della versione animata, con le solite uniche pagine funzionanti descritte sopra e aggiungendo le novità di una pagina con la mappa climatica,  i banner dei siti e portali più importanti che recensivano Vegetiamo,  l'aggiunta di un Guestbook molto carino per chi avesse voluto lasciare traccia della propria visita,  e per concludere la "temporanea" dicitura in homepage:


Benvenuto/a il sito e' in costruzione.

Link attivi: Melamese, Lombrico, Melamail, Margherita.

Ci scusiamo per il disagio.

Torna a trovarci. 


E così è rimasto per diciannove anni!

Così nel 2019 ho deciso di abbandonare il possesso del dominio e dello spazio di archiviazione illimitato, che per diciassette anni ho pagato inutilmente. 
Finalmente ero riuscito a chiudere definitivamente un progetto mai decollato, anche se ne ero affezionato e compiaciuto sia dal nome, sia dal logo, che dalla grafica pensata e realizzata interamente da me, però nel frattempo mi sarei accontentato e consolato con il blog che usava buona parte della grafica del sito originale, che avevo aperto in parallelo nel 2015 nello spazio gratuito di Blogger,  con lo scopo di usarlo come blocknotes per annotarmi date e lavori eseguiti sulle mie piante in casa.

A tutti gli effetti è stato un distacco quasi del tutto senza pentimenti e soprattutto senza troppo rammarico, fino a quando però nel 2020, qualcuno ha acquisito Vegetiamo.it per vendere scarpe online!!!
Questa cosa l'ho patita come uno sfregio, era un contenuto senza alcuna attinenza, non fregava a nessuno realmente del nome del dominio e  del suo ipotetico potenziale non solo nel mondo vegetale come  auspicavo, mi sarei anche accontentato fosse stato preso da quella azienda di surgelati che sono certo abbia dato il nome alla loro linea vegetariana, in quanto ispirata nell'aver visitato Vegetiamo.it, invece nulla di tutto questo, penso che il sito di vendita di scarpe fosse solo un redirect giusto per non tenere il sito vuoto e avere una possibilità in più di vendita, ma l'intento principale fosse di lucrare sul dominio acquisito a prezzo base e la possibilità di rivenderlo qualora qualcuno ne avesse chiesto il riscatto.
Così è nata in me questa voglia di rivalsa nei confronti della mia creatura e ovviamente  la volontà di tornare in possesso di Vegetiamo.it e ridargli la sua identità, ho dovuto attendere pazientemente molto tempo anche dopo che il dominio non è stato rinnovato dai lucratori, ma alla  fine eccoci qui, ci sono riuscito e non solo a riacquisire il dominio, ma anche a dargli finalmente un senso, facendo anch'io un redirect,  però al mio blog che è stato l'unico "ramo" di Vegetiamo ad essere aggiornato periodicamente, cosí finalmente dopo tanti anni su Vegetiamo.it  si possono trovare nuovi contenuti, che per quanto poco possano interessare a qualcuno, sono testimoniate le mie esperienze, la mia vita in prima linea nel mondo vegetale. 
Sono decisamente contento per questa piccola avventura che riprende a vivere con un futuro più..."roseo"!